La radio libera nell’era digitale
Bum Rush The Charts

Bum Rush The ChartsI media tradizionali non hanno rispetto per il podcasting. Per loro siamo poco pi¨ che uno scherzo, dei “dilettanti”. Quello che non capiscono Ŕ che il podcasting Ŕ molto di pi¨ che un semplice meccanismo di trasmissione, Ŕ un vero movimento sociale.
La gente Ŕ stanca dei soliti contenuti scialbi e annacquati che i network e le case discografiche sono solite propinare. Vogliamo e meritiamo di pi¨. Lo strapotere delle grandi corporazioni dei media deriva dalla possibilitÓ di concentrare un marketing di massa su pochi prodotti da loro scelti. Il 22 Marzo 2007 avremo la possibilitÓ di cambiare lo stato delle cose.

Un gruppo di podcasters ha avuto l’idea: possiamo fare di megliio. Possiamo raggiungere e superare il raggio di azione dei grandi media, delle corporazioni, delle grandi etichette discografiche. Il modo Ŕ questo: il 22 Marzo la comunitÓ internazionale del podcasting porterÓ un artista indipendente al numero uno della classifica dei singoli pi¨ venduti dell’iTunes Store, dimostrando al mondo la nostra capacitÓ di coinvolgimento del pubblico, il nostro potere di muovere il mercato.
La canzone che abbiamo scelto Ŕ “Mine Again” del gruppo indie Black Lab. Un gruppo che Ŕ stato scaricato non da una ma addirittura da due etichette discografiche maggiori (Geffen e Sony/Epic), ed Ŕ stato raggirato a tal punto che hanno dovuto combattere in sede legale perchŔ gli fossero restituiti i diritti sulla stessa loro musica che le etichette hanno rifiutato di pubblicare. Abbiamo scelto Black Lab perchŔ portare loro, anche solo per un giorno, in cima alla Top Ten, ricorderÓ alle Majors di quelli a cui hanno voltato le spalle… e gli farÓ capire che quando ignorano una band di valore solo per ragioni di moda e marketing lo fanno a loro rischio e pericolo.

Ma c’Ŕ di pi¨. Ci siamo iscritti come “affiliati” all’iTunes Store, e ogni singola commissione che deriverÓ dalla vendita di “Mine Again” verrÓ donata a un fondo dedicato a borse di studio per studenti di college. Questo in parte perchŔ Ŕ una buona causa, ma anche perchŔ tra gli studenti di college ci sono i musicisti e i gruppi pi¨ spesso ignorati dai grandi media.

Quindi, se sei un ascoltatore di podcast, il 22 di Marzo ti chiediamo di utilizzare 99 centesimi e 2 minuti del tuo tempo per unirti alla rivoluzione, e rendere l’iTunes Store “Mine again” (di nuovo mio). Se sei un podcaster, o un blogger che crede nei nuovi media, ti chiediamo di unirti a noi e di aiutarci a spargere la voce. Se sei un ascoltatore, o comunque una persona stanca di subire sempre la stessa roba trita e ritrita alla radio e alla TV, dillo a 5 amici, e dý loro di raccontare dell’iniziativa a 5 loro amici: niente pu˛ essere efficace nel’evidenziare il potere dei nuovi media pi¨ che mostrare alle grandi corporazioni quanto Ŕ facile per noi manipolare il loro sistema. Se avremo successo in questa piccola azione dimostrativa, nessuno potrÓ pi¨ sottovalutare cosa potremo fare dopo.

Per altri dettagli puoi visitare bumrushthecharts.com (in Inglese), oppure mandare una email a bumrushthecharts@gmail.com (sempre in Inglese). Se ti serve un contatto “italiano” dok@rockcastitalia.com Ŕ l’indirizzo a cui scrivere. Non ha importanza chi sei, o quale podcast produci o ascolti, sarebbe un onore averti con noi.

Be Sociable, Share!